3013KbAbstractIl comparto lattiero caseario italiano sta affrontando ormai da alcuni decenni svariate difficoltà . Le più importanti sono state l’introduzione delle quote latte da parte della Comunit Europea, il crollo dei prezzi e la conseguente produzione di latte a livelli più elevati, adottando capi di bestiame molto specializzati ma molto delicati dal punto di vista della salute. A ciò vanno aggiunti svariati scandali tra cui, per citarne alcuni, il latte alla diossina, la cattiva gestione della distribuzione, il latte rigenerato venduto come fresco.

That’s important, too. Clubs, especially the superclubs, are driving the commercial development of the game. Rather than sharing it with UEFA, FIFA would be getting a slice, as well. Dalle note di Joe Heaney [1919 1984] in All Ye Gallant Irishmen (Philo 2004, 1963) leggiamo learned this plaintive ballad from his father or 50 years ago The of bawn may refer to the white rocks of western Ireland [bawn=ban (Gaelic for white)] where Catholic landowners and farmers, dispossessed of their fertile farm lands in Meath by Oliver Cromwell in the seventeenth century, were forced to settle and where they have since managed, at best, a bleak existence from the rocks and the sea of the scraggy west coastal lands. To the hard pressed, tired and bitter hired farm servant of the ballad, the British army presents itself as a reasonable escape from the near impossibility to the rocks of bawn. Rende necessaria però una precisazione: il trasferimento forzoso degli irlandesi ribelli dopo la confisca delle loro terre riguardava essenzialmente la gentry, alla quale venne assegnata un terra nel Connacht dopo la di Cromwell (ovviamente accompagnata dai loro e dai fittavoli che avessero voluto seguirli).

Nell l Felice Brothers secondo vero e proprio LP di questa compagine (fatta la tara ad un prima acerba opera acustica e ad un paio di raccolte vendute inizialmente solo durante i concerti), il trombone di turno sciorinava tutto un repertorio di bei concetti triti e ritriti sul dylanismo ancora imperante, su come tanti giovani musicisti si perdano nell pedissequa “catturando immancabilmente il suono ma quasi mai la magia incisiva”, sull di chi abbraccia un surrogato quando c l bello e pronto, a disposizione. Con coerenza ammirevole quelli di Pitchfork devono aver considerato il nuovo album dei fratelli Felice, Is The Clock indegno di un pur laconico resoconto, non avendovi ravvisato segni evidenti di pentimento stilistico. Poco male, ci stata risparmiata la solita stanca tiritera da passatisti senza frontiere..