Lo stesso anno è il pilota eroe Sully nel film biografico di Clint Eastwood dedicato al pilota Chesley Sullenberger, e a seguire affianca Emma Watson nel thriller di James Ponsoldt The Circle. Spielberg lo vorrà poi per il suo film The Post, in cui per la prima volta recita accanto a Meryl Streep.Amabile, lussuoso, pluriacclamato e pluripremiato, integro, probo e corretto, Tom Hanks incarna l’ideale americano medio, arricchendolo di nuove fragilità, nuove debolezze. Con un barlume di Einstein”, al pari di Harrison Ford, veste la parte del bravo ragazzo della porta accanto, pieno zeppo di forti e stabili virtù americane: la lealtà, il pudore, l’onestà, la tolleranze, la bontà.Caratteristica precipua di The Post è la tempistica, circostanza e tema portante del film diretto da Steven Spielberg.

Secondo Stan Hugill o e un termine gergale americano per su Mudcat leggiamo is, indeed a term applied a small steam loco motive which runs on short tracks and is usually used to haul ships through locks and canals. A donkey engine is a stationary engine which might be used on board ship to power a winch or to run a pump; it has no tracks, tending to be portable, if not mobile. A pony engine is a similar small locomotive built to use regulation gauge railroad rails, and used for moving cars in a railroad switchyard.

Today’s results follow reports that Credit Suisse’s fixed income traders were forced to stop trading in the past quarter after hitting their capital limits. Perversely, risk weighted assets across the bank actually increased in the second quarter as a result of changes to risk models and the rising value of the Swiss franc. Credit Suisse aims to cut CHF4bn from the investment bank’s risk weighted assets by the end of this year, suggesting capital limits could become tighter still..

E’ in queste parole del vangelo di Giovanni, citate nella postfazione, che va ricercata la scintilla da cui è scaturita questa nuova, ardita esplorazione narrativa di Christopher Moore. Ancora una volta lo scrittore dell’Ohio si cimenta con virtuosismo e spirito ironico con una parodia, anche se il risultato appare assai più misurato e decisamente meno farsesco di quanto non raccontino gli entusiasti estimatori numerosissimi che hanno aiutato”Il Vangelo Secondo Biff”a raggiungere l’agognato status dicult book. Non ci sono dubbi che il romanzo sia effettivamente brillante e spesso divertente, merito di un narratore guascone e di un eroe tenerissimo e per ampi tratti distante anni luce dal canone dell’agiografia universale.