Una brezza di hype, per quanto sottile, l’ha sospinta assieme alla promozione comunque importante della sue etichetta, la Mute. La visibilità non le è mancata, e così i paragoni fuorvianti e mai leggeri. Eppure quella capacità di restare sobria, disponibile, affabile, è stata una sorpresa vera e gradita.

Le poesie di Koller si inseriscono nella tradizione naturalistica della poesia americana (di cui un altro importante rappresentante è Gary Snyder) che pone al centro della propria ispirazione dettagli, aspetti piccoli e grandi della vita animale e naturale, così come si presentano ” nel mondo reale”. Un mondo reale, concreto, di vita e di morte, ma spiritualizzato. In una intervista di qualche anno fa Koller ha infatti affermato “Credo che tutto ciò che esiste abbia uno spirito e che questi spiriti rimangano anche mentre noi cambiamo le nostre forme”.

Non è originale l’umanità post apocalittica che adora un passato tecnologico, non è inventiva nemmeno l’idea di introdurre una sorta di totem a far da collante tra le varie epoche: qui è la voglia a forma di cometa, in 2001 Odissea nello spazio era l’enigmatico monolito. Sorge, in buona sostanza, l’impressione che Cloud Atlas sia un collage di idee precedenti, sebbene lustrato a nuovo e con alcuni personaggi dissacranti come il signor Cavendish, una sorta di signor Pignon alla riscossa.Interessante è la riproposizione dei medesimi interpreti nelle varie epoche, sebbene con alcune falle nel makeup che rendono alcuni personaggi poco credibili. Il karma, la reincarnazione, la crescita morale fino alla all’ultima redenzione: in tre ore Cloud Atlas condensa sacro e profano, Oriente e Occidente, le filosofie orientali con le più empiriche lotte di emancipazione.

In fact, the original purpose of branding was to identify a product that was sold outside of its community of origin. Essentially, it was about labeling things so that everyone could know who had made it. Immediately, in this single act of applied identity, the idea of true community of close relationships and their associated personal value was lost..

Vai alla recensionePurtropp io non credo alle recensioni,poiche manipolate dal grande sistema economico nascosto dietro al cinem,tantomeno il commento di Andrea Chirichelli. Un commento banale , mediocre ed incompentente. Chi ha la puzza sotto il naso o si aspetta un capolavoro meglio che dedichi il suo tempo ad altre visioni.

Times, Sunday Times (2015)You may be surprised to find some of the most obvious things are not covered. Times, Sunday Times (2011)They want to look like models on the cover of a magazine. Times, Sunday Times (2008)Cover and place in the fridge for an hour.