Times, Sunday Times (2008)Sometimes musical people are tempted to cut themselves off. Times, Sunday Times (2007)The pleasure of the language of a good short story is almost musical. Times, Sunday Times (2010)They can play musical instruments and they can dance.

The Sun (2016)She keeps saying she will leave my dad to be with me. The Sun (2017)They have kept down costs by expanding at a time when provincial high streets are struggling. Times, Sunday Times (2017)We have not kept in touch with any of them. Per questa collezione in particolare mi sono lasciata ispirare dalle ombre e dalla loro forma, dall’idea che qualsiasi persona o cosa può creare un così come un movimento o la piega di un abito”. Dopo il successo del suo debutto meritava un quarto premio, secondo noi siamo felici di sapere che Christina ha intenzione di rimanere in Grecia per concentrarsi sul suo brand: “Ho intenzione di produrre da sola la mia collezione, ampliandola con alcuni pezzi che ho dovuto escludere perché per la sfilata avevamo un limite di 10 outfit. Voglio proporla non solo qui in Grecia ma anche all’estero, specialmente a Londra, che è stata la mia base per 9 anni e in un certo senso lo è ancora”..

La mossa di Mucciante non è stata vista di buon occhio dal centrodestra. Soprattutto dal consigliere Antonio Verro. (altro 30 Commenti. Studiate da ingegneri e vestite da designer. Le maschere da sci diventano dispositivi hi tech con forme aerodinamiche costruite con materiali ultra leggeri dalle linee pulite. Accessori indispensabili e performanti al pari di scarponi, sci e tavole da snowboard, gli ski goggles sono mini pc da indossare, con videocamere integrate e collegate a social network per registrare e condividere in streaming le proprie prodezze sciistiche..

Racconta una sola grande storia, che si dipana attraverso 6 epoche.I Wachowski e Tykwer ci mostrano solo l’essenziale di ogni situazione, demandando la comprensione del resto a fatti avvenuti in altre epoche.Ciò che non vediamo esplicito, ci viene comunque raccontato attraverso gli stessi attori, in ruoli uguali o contrari, che compiono azioni uguali o contrarie, in altri mondi narrativi.Ci viene richiesto un grande sforzo, ma attraverso piccoli espedienti i narratori sono sempre lì con noi,per mostrarci che nel nuovo cinema non conta il significante, non contano i ruoli o i protagonisti, non conta l’ambientazione o il macguffin.Conta ciò che lo spettatore proietta su ogni scena, su ogni inquadratura, su ogni “ruolo”, il significato che gli dà.Possiamo affezionarci a questo o quel personaggio, a questo o quell’attore, a una particolare situazione.Ma il senso del nuovo cinema sta in poche, decisive, inevitabili scelte a cui i protagonisti sono chiamati e che ci appagano in pieno!Non perchè siamo immedesimati nel personaggio (come avviene da sempre, dal cinema più classico al postmoderno più spinto), ma perchè rispecchiano una condizione umana consapevole dei propri limiti e delle proprie possibilità .Quelle che apprezziamo e sentiamo nostre in Cloud Atlas, non sono le scelte che ognuno di noi avrebbe fatto, ma sono quelle che a sappiamo necessarie per salvare la nostra natura di esseri umani.Epico e innovativo?????????? Ma stai scherzando? Concordo con 06marius, anch’io vorrei tanto sapere che film hai visto. Il film non è affatto epico, l’epicità è equivalente a zero così come l’innovazione da te citata. Questo è solo un prodotto confuso, privo di un’anima e di una identità che non riesce a fare arrivare il messaggio tanto che le persone in sala le vedevo del tutto disorientate,quindi il film invece di presentarsi come un Kolossal ( e lo doveva essere)si presenta al pubblico in maniera anomala, deludendolo amaramente.