You can choose the paint as per the goose you want to sell and shoot.Your company logo can be printed on the goose decoy. And there will be a very small amount of cost for company logo print, just need to pay for one time.We can provide you 1 free sample at your freight cost for your evaluation if we have this species decoy on hand (better provide your company information to us). (email reply within 48hrs).Generally 3 5working days.

Il peggio tuttavia, ben più delle tremende e morbose descrizioni dei delitti, sono le centosettanta pagine che l’autore impiega per “confezionare” il suo primo omicidio, anche solo tentato. Quella brutalità secca, scioccante, sa essere persino liberatoria (per quanto all’ennesima replica si finisca per non poterne davvero più) in coda all’eterno preambolo che ha visto Ellis affilare le armi di un implicito sadismo, costringendo il povero lettore a sorbirsi a ripetizione, implacabilmente, elenchi su elenchi di abiti e accessori griffati, impossibili pietanze dalle esotiche implicazioni oltre a un rosario di rituali maniacali sulla cura del corpo e l’igiene personale, da mettere i brividi anche ai più fissati (e impavidi) in materia. E ancora, epifanie curiose che sembrano riaffacciarsi all’infinito come deja vu in un incubo dei più ostici, dai manifesti di “Les Miserables” in giro per Manhattan a quel fantomatico bistrot salvadoregno in cui tutti sembrano andare eccetto il protagonista, dal tavolo impossibile da riservare al Dorsia (mancato come una cena di gruppo in “Il fascino discreto della borghesia”) alle sinistre evocazioni dell’odioso amico Tim Price, presumibilmente cancellato (fuori campo) dalla circolazione prima di regalare un bel paio di corna a Patrick..

Del primo Akin rivitalizza l’impianto politico che trovava nelle fasi istruttorie e processuali, sia che fossero manipolate da un regime (La confessione) sia che venissero condotte al fine di far trionfare la giustizia (Z L’orgia del potere), il suo punto di forza. Il Monicelli di Un borghese piccolo piccolo trova invece qui un suo pendant femminile nel bisogno lucido e devastante di avere giustizia. Come il suo Giovanni Vivaldi anche Katja sente covare, per poi svilupparsi dentro di sé, l’urgenza di ottenere quella riparazione al danno subito che sembra sempre più affievolirsi.

Nel 2007 interpreta la parte di una sosia di Marilyn Monroe in Mister Lonely, e veste i panni di Mary Stuart in Elizabeth: The Golden Age. Nel 2008 recita in Synecdoche, New York esordio alla regia dello sceneggiatore Charlie Kaufman. L’anno successivo esordisce alla regia con il film televisivo The Unloved.